NOTA! Questo sito usa cookies e tecnologie similari.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione o chiudi questo banner presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo dei cookie, leggi l'informativa estesa. La restrizione della capacità dei siti web di inviare i cookie può peggiorare l’esperienza di navigazione globale degli utenti.

Informativa estesa Cookie Policy

Alessandro Ciaurri

Alessandro Ciaurri insegna Yoga

Una vita per lo Yoga

La rigorosa pratica quotidiana, gli anni di insegnamento e lo scambio continuo con praticanti di ogni età, livello e condizione fisica, insieme con la capacità di integrare la tradizione con una più moderna consapevolezza degli allineamenti, del movimento e delle correzioni, consentono ad Alessandro di sviluppare un approccio didattico in grado di armonizzare precisione e sicurezza, leggerezza e profondità, affinché l’Ashtanga Vinyasa Yoga continui a essere ora e per il futuro uno strumento di crescita personale e di benessere psicofisico, così come lo è stato fin dalle sue origini.

Il percorso formativo di Alessandro

È nel 2001, in seguito a un soggiorno in India, che Alessandro entra in contatto con l’Ashtanga Vinyasa Yoga, a coronamento di un interesse per lo yoga sviluppato fin da giovanissimo grazie alla passione trasmessagli dalla madre e approfondito per buona parte della vita. Di pochi anni successivo è l’incontro con Manju P. Jois, da allora suo maestro e punto di riferimento per una pratica e uno studio dell’Ashtanga Yoga che, nel pieno rispetto della tradizione, non trascura alcuna delle sue componenti essenziali: asana, pranayama, mantra.

Diplomatosi presso AYBO al primo corso italiano di formazione insegnanti di Ashtanga Yoga dopo un percorso quinquennale, Alessandro continua a seguire Manju Jois in numerosi teacher training per l’insegnamento della prima e seconda serie, diventa suo assistente di sala nei corsi che il maestro tiene in Italia, e ha l'onore di ricevere l'autorizzazione (blessing) all’insegnamento da Manju Jois in persona, accompagnata dall’esortazione: “Keep it pure and simple”.

Ad arricchire i fondamentali e preziosi insegnamenti di Manju Jois contribuiscono nel corso degli anni gli svariati workshop e teacher training con maestri di livello internazionale, da Lino Miele a David e Shelley Swenson, fino ad approdare a Mark e Joanna Darby, che alla tradizione dell’Ashtanga appresa direttamente da Sri Patthabi Jois uniscono un metodo moderno e basato sull'allineamento.

La rigorosa pratica quotidiana, gli anni di insegnamento e lo scambio continuo con praticanti di ogni età, livello e condizione fisica, insieme con la capacità di integrare la tradizione con una più moderna consapevolezza degli allineamenti, del movimento e delle correzioni, consentono ad Alessandro di sviluppare un approccio didattico in grado di armonizzare precisione e sicurezza, leggerezza e profondità, affinché l’Ashtanga Vinyasa Yoga continui a essere ora e per il futuro uno strumento di crescita personale e di benessere psicofisico, così come lo è stato fin dalle sue origini.

Che si tratti di classi guidate, di pratiche Mysore o di corsi di formazione, la vasta e multiforme esperienza teorica e pratica di Alessandro – maturata anche attraverso frequentazione e approfondimento di altri stili di yoga, di Wu-shu tradizionale cinese, tai chi e chi kung, di meditazione Rinzai Zen, di studio dei grandi testi di riferimento della tradizione yogica e del sanscrito – gli consentono di indirizzare e guidare ogni allievo a una pratica rispettosa delle sue caratteristiche individuali e attenta ai più recenti sviluppi della formazione, pur restando saldamente e rispettosamente ancorata alla grande tradizione dell’Ashtanga Vinyasa Yoga.

Nel corso degli anni, e con la fondazione dell’Associazione Ashtanga Yoga Firenze, si è consolidato attorno ad Alessandro un gruppo di insegnanti e praticanti motivati, consapevoli ed entusiasti che contribuiscono a rendere ogni pratica, ogni corso e ogni evento dell’Associazione un’esperienza profonda e gratificante nel convincimento che, come ama dire Manju Jois “Yoga is all about sharing” (lo yoga è soprattutto condivisione).