NOTA! Questo sito usa cookies e tecnologie similari.

Questo sito utilizza cookie tecnici per migliorare servizi ed esperienza dei visitatori. Se decidi di continuare la navigazione o chiudi questo banner presti il consenso all'uso di tutti i cookie. Per maggiori informazioni o per negare il consenso all'utilizzo dei cookie, leggi l'informativa estesa. La restrizione della capacità dei siti web di inviare i cookie può peggiorare l’esperienza di navigazione globale degli utenti.

Informativa estesa Cookie Policy

Insegnamento

Il nostro modo di insegnare, gli insegnanti, l’idea che abbiamo dell’insegnamento

Negli ultimi anni sono sempre più numerose le persone che si affidano allo yoga per risolvere problemi di salute o per ottenere una condizione di benessere fisico e mentale. Le aspettative più comuni per chi si affida a una pratica yoga regolare sono riconducibili a un miglioramento della qualità della vita e a una diffusa e persistente sensazione di benessere. Ciò è dovuto alla capacità dello yoga di migliorare flessibilità e tonicità del corpo e al fatto che è anche un efficace strumento per il controllo dello stress. In effetti tonicità, flessibilità e serenità aiutano a prevenire e attenuare, anche nelle semplici attività di tutti i giorni, le conseguenze negative di una vita sedentaria e logorante.

Yoga a Varanasi

Qualunque siano le ragioni, è un dato di fatto che il numero di persone che si avvicinano allo yoga è in continuo aumento e, di conseguenza, si crea una richiesta sempre maggiore di operatori o strutture che possano soddisfare questa crescente domanda di benessere.

Ciò sta generando una proliferazione di offerta di terapeuti del benessere, non solo nello yoga, ma anche nelle tante altre discipline che offrono un sistema alternativo di approccio alla cura della salute. Punto centrale di queste proposte è la visione, che sta lentamente contaminando anche la solida medicina occidentale, dell’uomo quale unione indissolubile di corpo, mente, emozioni e spirito. Queste discipline, antiche o moderne che siano, condividendo la filosofia del benessere come prodotto dell'armonia di corpo-mente, sono genericamente riferibili alle terapie così dette olistiche. L’offerta in questo mercato è così ampia e articolata che, anche restringendo il campo di interesse al solo yoga, è sempre più difficile scegliere e individuare, tra le numerose proposte disponibili, lo stile e l’insegnante di yoga più adatto alle esigenze personali.

La scelta di un buon insegnante yoga è il migliore inizio di un cammino verso una migliore qualità di vita, ma certamente lo yoga chiama a questa responsabilità prima di tutto il praticante. La storia della disciplina racconta dell'esistenza di persone realizzate capaci di imprese strabilianti e guide spirituali illuminate ma non le descrive mai come persone alle quali si deve delegare la propria responsabilità di salute e benessere.

In effetti ci siamo abituati a affrontare i problemi di salute affidando la nostra guarigione ad altri o ad altro. Per esempio assumiamo spesso e con leggerezza farmaci che, almeno nel pensiero comune, hanno un effetto benefico autonomo, indipendente dal comportamento di chi li assume. Deleghiamo il farmaco o il medico a occuparsi di noi senza comprendere che, proprio noi stessi, siamo determinanti nella ricerca e nel mantenimento del nostro stato di salute e benessere. Lo yoga è una disciplina che consegna e insegna a noi stessi la responsabilità del benessere del nostro corpo e mente.

Lo yoga pretende una doppia responsabilità: l’impegno personale del praticante e l’impegno di un insegnante preparato e attento. L’insegnante yoga moderno deve avere una preparazione professionale, in quanto vero e proprio professionista del benessere. Purtroppo non esiste ancora un sistema di qualità strutturato che codifichi le competenze minime di un insegnante yoga e il relativo percorso formativo. Le attuali certificazioni sono certamente un primo debole passo in questa direzione ma molto resta ancora da fare. Pertanto, in assenza di garanzie concrete, è di nuovo l’allievo che deve valutare la rispondenza delle capacità e della preparazione dell’insegnante alle proprie caratteristiche ed esigenze. Proprio come nella pratica yoga, prova e giudica se è bene per te. Se è bene custodisci, altrimenti cambia.

Il moderno insegnante di yoga, e particolarmente di Ashtanga Vinyasa Yoga, deve avere competenze multidisciplinari che vanno ben oltre le conoscenze dei maestri che operavano fino a pochi decenni fa. Sono essenziali conoscenze di anatomia e di kinesiologia, ma anche di psicologia e metodologie dell’insegnamento. Tutte queste capacità devono poter costruire uno spazio sicuro nel quale l’allievo sia libero di muoversi e individuare il percorso più soddisfacente ed efficace verso la salute e il benessere. Oramai la figura dell’insegnante Guru è definitivamente superata non solo a causa della nostra diversità culturale, ma prima di tutto per le le aspettative di benessere in sicurezza di chi sceglie lo yoga quale proprio sistema terapeutico.

Il ruolo dell’insegnante di yoga moderno è molto di più che assistere il praticante mostrandogli un percorso yogico sostenibile o fargli da guida lungo questo cammino di scoperta personale. Il fatto che non esista una persona uguale all’altra e che non esista nello yoga un obiettivo preciso e definito, rende questo lavoro una sfida più difficile e impegnativa. Per questo abbiamo bisogno di insegnanti preparati, ma anche di insegnanti che mettano passione e dedizione nel loro lavoro, che siano capaci di ispirare, suggerire, stimolare, spingere l’allievo verso la ricerca del suo personale cammino. Insegnare yoga è un atto di generosità nel quale la passione e l’amore per quello che si fa sono determinanti, quasi fosse una missione prima che un lavoro.

Cerca negli articoli

Ashtanga Vinyasa Yoga